giovedì 12 aprile 2012

carciofi all' arancia

 cogli gli ultimi carciofi, cogli gli ultimi carciofi AH!(ahm veramente, ahm)
mi rivolgo per prima cosa a chi non mi conosce personalmente e ultimamente vede nel mio blog delle ricette: io ho lavorato nel mondo della cucina per 20anni(una delle tante cose che ho fatto nella mia vita),ma quando ho deciso  di aprire un blog l' ultima delle mie intenzioni era quella di dar ricette,troppe volte nella mia vita son riconosciuta come quella che "sa di cucina",però da quando ho il blog, da quando condivido con voi i miei pensieri, mi viene spontaneo pensare, ad esempio quando cucino un piatto colorato o diverso dal solito
"se lo fotografassi......." ho deciso che  insieme all' uncinetto ogni tanto posterò qualche ricetta da me provata e rielaborata
sperando possa farvi piacere
ho cucinato questi carciofi per pasqua,ve li propongo subito, forse riuscite a trovare gli ultimi carciofi sul mercato
ecco l'occorente: 
10 carciofi
una grossa arancia non trattata
2 limoni
1 spiccho d'aglio
olio extra vergine d' oliva
sale, pepe

preparare una bacinella con acqua e succo di 1 limone, mondare i carciofi e tenere solo il cuore e un pezzetto di gambo lungo 2_3 cm.buttateli in acqua acidulata
portare a bollore l' acqua in una pentola di acqua salata e cuocere i carciofi per 10 minuti
scolarli e asciugarli
in una pentola con coperchio con olio e aglio rosolare i carciofi a testa in giù per qualche minuto
intanto grattugiare la scorza dell' arancia , spremere il succo dell' arancia e dell' altro limone
quando le punte dei  carciofi son rosolati, versate il succo degli agrumi e lasciate ridurre la salsina a fuoco dolce ,alla fine regolate di sale e pepe
potete servirli a spicchi o sbocconcerlarli interi
li ho provati anche coi carciofi mammole, son buoni ugualmente

1 commento:

  1. Sìììììì!!!! Finalmente una ricetta!!! Lia, tu cucini divinamente (io, la Lia, la conosco!!!) e ci speravo proprio nella pubblicazione di un tuo piatto! :)
    Non vedo l'ora di provare questi carciofi...
    Un bacio, Delia.

    RispondiElimina