sabato 29 dicembre 2012

scarpette rosse


il modello l ' ho visto in questo blog francese
è stato amore a prima vista anche per me che coi ferri non ho molta dimestichezza,
mi piace il loro essere zen, essenziali,
non so perchè mi incanto davanti all'essenzialità, ma poi sono attirata anche da mille dettagli colorati, dall' insieme di diversi materiali.

 ho voluto farle rosse e la mia amica Stefania le ha volute per Lucia, una bimba di pochi mesi e mi ha chiesto anche un giacchino in tema

ho aggiunto qualche giro sulle aperture del davanti della  giacchina granny shrug

in modo da creare un modello-kimono che si lega con due laccetti

da piccola durante le vacanze natalizie in TV davano spesso questo film del 1948,"scarpette rosse" allora passavo ore a vedere questo genere di film
 ma anche ANDERSEN ha scritto una fiaba che si intitola"  scarpette rosse" parla di scarpette rosse con poteri benefici,vorrei poter imprimere quei poteri sulle scarpette di LUCIA.

e..... posso farvi vedere cosa ho cucinato oggi? un raro esemplare di finto pesce-svuotafrigo!
puo' diventare un antipasto o un piatto unico
 dopo il pranzo di NATALE avevo vasetti di olive, sottaceti vari,che mi occupavano posto in frigo e ho pensato di far pulizia.
la base è PATATE lesse-MAIONESE-UN PO' DI BURRO  e poi tritate (più o meno grossolanamente, come vi piace) tutti gli avanzi che avete in frigo,anche acciughe e capperi, qualche salume,
 insomma la mia raccolta differenziata oggi si è arricchita di barattoli vuoti
e con questa miscellanea di scarpette-giacchine-film-pesci-barattoli
vi auguro una buona fine anno nuovo
e naturalmente buon 2013

venerdì 14 dicembre 2012

la calza di befifescion,la befana che si crede fescion

a volte non so in che giorno vivo, ma so benissimo che le feste natalizie devono ancora iniziare,
allora vi starete chiedendo perchè un post con la calza della befana che è simbolo dell' epifania che tutte le feste si porta via
mo' ve spiego:
nel gruppo facebook di   elena regina,    condivo con il cuore
ELENA ci ha lanciato una sfida, creare una calza della befana o un dolcetto, con qualsiasi tecnica o materiale.
non si vince niente e si puo' partecipare sino a NATALE,

mi piace il lancio di un tema e poi vedere le diverse interpretazioni dello stesso soggetto

io ho pensato a una befana molto indaffarrata a portare doni ai bimbi, ma  come tutte le donne è  un po' vanitosa, non vuole rinunciare a essere fescion, almeno così lei crede di essere, e allora raccatta tutto ciò che trova per far bella la sua calza.

c' è una torrefazione di caffè e prende un sacco
un pezzo di pizzo, un campanellino
fili dorati, bottoni, lane....una rosellina all' uncinetto
se nei prossimi giorni , alzando gli occhi al cielo vedrete un luccichio,udirete lo squillo di un campanellino, sarà lei,
Befifescion!
io vi auguro serene feste in famiglia

venerdì 7 dicembre 2012

halzina,la calzina che si crede renna

lei è halzina, la calzina che si crede una renna,vuol diventare una renna lappone, ma le sue origini sono anche un po' cinesi,una parte di lei deriva da mercanti cinesi
con un po' d' uncinetto, una pallina di feltro, qualche bottone, dei nastri, del filo armato per le corna, un campanello rosso è nata halzina



vuol diventare la decima renna di babbo natale
qui ci sono i nomi delle altre renne di babbo natale con i loro compiti,
halzina potrebbe essere la renna incaricata di consegnare i regali handemade, regali sempre raccomandati perchè unici e fatti col cuore, proprio come halzina.
renne handemade molto carine sono anche in in questo blog
halzina al momento starà appesa fuori dalla mia porta a far sorridere chi le passerà davanti, spero faccia sorridere anche voi.
halzina partecipa al contest di natale di casa idee
se volete curiosare e votare andate lì
http://www.casaeidee.it/2012/12/07/partecipa-al-contest-di-natale-di-casaidee-potrai-ricevere-un-simpatico-regalo/



sabato 1 dicembre 2012

se famo du spaghi?

ho voluto fare esperimenti con dello spago e l' uncinetto,ho creato due soggetti, due spaghi appunto,
uno è quest'angioletto
l'altro è questo gufetto, qui in versione tenebrosa
e qui  in versione  colorata-

era uno spago abbastanza morbido e non ho avuto difficoltà nella lavorazione

ma io du spaghi, come li intendono i romani, me li so' fatti davvero come canta elio delle "storie tese "nella canzone la terra dei cachi
alla bottarga e pomodori secchi.